Sandro Pellarin

Sandro Pellarin (1971), insegnante di filosofia negli istituti superiori, è attualmente dottorando in ricerca in filosofia politica presso l’Università degli Studi di Padova. Nel 1996 è tra i fondatori, a Portogruaro (Ve), del gruppo di videomakers DALLEMENEALLETE, all’interno del quale ha curato la sceneggiatura, la regia e il montaggio di alcuni corti e mediometraggi proiettati in festival e rassegne in Italia e all’estero, e premiati in concorsi nazionali come: Videopolis (Vicenza, 2000); Videolugosi (Firenze 2000); Videotrash (Novara 2006). Utilizza il video anche come strumento didattico nell’ambito dell’insegnamento coordinando diversi laboratori e progetti e ottenendo, con ilavori realizzati, importanti riconoscimenti in concorsi scolastici nazionali.
Fa parte dell’Associazione Culturale Porto dei Benandanti all’interno della quale collabora all’organizzazione di eventi artistici e culturali come Orchestrazione e notturni di versi. Ha ideato e curato per alcuni anni la rassegna di cortometraggi e videoarte Videodrome e, assieme a Silvia Lepore, cura dal 2009 libri di versi, un’esposizione di libri oggetto nati dalla collaborazione di artisti visivi e poeti che si svolge nel mese di luglio a Portogruaro.
Da alcuni anni si occupa di videoarte realizzando video e soprattutto videoinstallazioni, spesso in collaborazione con altri artisti, e in particolare con Silvia Lepore, con la quale ha realizzato, tra le altre, l’installazione Corpus in cui il linguaggio pittorico si integra con il video in una sintesi installativa che vuol essere una riflessione-esperienza sul limite tra corporeo e incorporeo, visibile e invisibile. L’installazione è stata presentata in tre sue diverse evoluzioni, oltre che alla Galleria comunale di Portogruaro, presso il Pankratium Museum di Gmünd e il centro d’arte contemporanea Punt WG di Amsterdam.
Le sue videoinstallazioni si concentrano spesso sul tema del rapporto tra visione e desiderio e sull’accecamento prodotto dallo stesso eccesso del vedere. Negli ultimi anni inoltre si dedica alla produzione anche di libri oggetto; alcuni di questi fanno parte di archivi come Non solo libri di Ruggero Maggi e Ibridilibri di Antonio Baglivo.
Con i suoi lavori ha partecipato a varie esposizioni e manifestazioni, tra le quali:

  • 2014: Ibridi fogli – Rercenti acquisizioni, Pinacoteca Provinciale di Salerno; Libri di Versi 5; Antiche carceri, San Vito al Tagliamento (PN); Incrocio 4. Video e luogo, Double Room, Trieste.
  • 2013: Orchestrazione 21 – R_Umori, Foyer della Magnolia del Teatro Russolo, Portogruaro (VE); Libro d’Artista – Il gesto creativo e la parola, Biblioteca Civica Villa Amoretti, Torino; Libri di Versi 5; Museo Archeologico Nazionale Concordiese, Portogruaro (VE); hEART(h) 5, Art-port, Palazzolo dello Stella (UD).
  • 2012: libri di-versi 4, Palazzo Locatelli (GO); Orchestrazione 20X20, Galleria comunale d’arte contemporanea Ai Molini, Portogruaro (VE); hEART(h) 4, Art-port, Palazzolo dello Stella (UD); libri di-versi 4, Galleria comunale d’arte contemporanea Ai Molini, Portogruaro (VE); OutART, Cordenons (PN); Corpus#3, Galleria comunale d’arte contemporanea Ai Molini, Portogruaro (VE).
  • 2011: Aquamater, Villa Mocenigo, Alvisopoli di Fossalta di Portogruaro (VE); Corpus#2, Pankratium Museum, Gmünd (Austria).
  • 2010: Corpus, Punt WG, Amsterdam; Art in farcpercorso d’arte nel bosco (UD);  Notturni di_versi ’10 – Punti luce, Parco della pace, Portogruaro (VE).
  • 2009: Macchine inutili, cinema Visionario di Udine.
  • 2008: DRIN! Dreaming road installation, Parco della Pace, Portogruaro (VE).
  • 2006: SummerLab, Staranzano (GO); DiobiArtEventi, Monfalcone (GO); Vastagamma, Villa Galvani, Pordenone.

Eventi 2016
Sabato 9 luglio ore 18.00: Libri di versi 8