Pierluigi Cappello: Inniò

Pierluigi Cappello era un uomo bellissimo. Forse non è questa la prima cosa che si dovrebbe dire di lui, ma lo era. Sosteneva che il poeta è un vasaio, l’ultimo artigiano rimasto. Riempiva di pensieri e spunti le sue agendine nere, i post-it che incollava dappertutto, e non aveva fretta. Cesellò appena trenta poesie negli ultimi 6 anni strappati a una sofferenza fisica indicibile, dopo che la legge Bacchelli era finalmente riuscita a levarlo dalla baracca.

cappello

Nella serata di venerdì 6 luglio ripercorreremo il tragitto in “nessundove” del poeta di Gemona attraverso l’omaggio degli amici di una vita: Ivan CricoVincenzo Della Mea, Gian Mario Villalta, introdotti da Francesco Tomada. Letture a cura di Andrea Zuccolo. Appuntamento presso il giardino di Palazzo Altan-Venanzio a Portogruaro, alle ore 21.00.

Meno universo

Domani venerdì 29 giugno alle ore 21.00 sarà presentata la nuova raccolta di poesia Meno universo di Guido Cupani, uscita lo scorso aprile per i tipi di Dot.com Press.

meno_universo2

“Meno Universo”, ossia del difficile equilibrio fra la sovrabbondanza del reale e l’impulso a prendersi cura di ciò che è piccolo e fragile. Citiamo dalla prefazione di Stefano Guglielmin: «Due orizzonti, due sguardi: il primo vede il paesaggio; il secondo, la tempesta di fotoni che lo illumina. Il risultato è un felice cortocircuito, che garantisce umanità e complessità, filosofia sui viventi e relativismo rispetto all’esagerato egocentrismo antropologico». Sarà proprio Guglielmin a condurre il dialogo con l’autore fra una lettura e l’altra, mentre la chitarra di Giulia Cupani farà da controcanto alla poesia.

Appuntamento presso il Palazzo Altan-Venanzio a Portogruaro, sede della Biblioteca Civica N. Bettoni. L’incontro si svolgerà in giardino, o in caso di maltempo nell’auditorium al primo piano della biblioteca.

«Più bella della bionda Cerere la tua figura»

Dino e Sibilla, una storia al limite: è questo il racconto che abbiamo voluto portare a Notturni 2017, e che giungerà al culmine venerdì 7 luglio con una serata interamente dedicata alla relazione tra Sibilla Aleramo e Dino Campana. La storia d’amore, documentata nell’epistolario Un viaggio chiamato amore, sarà rievocata da Gianni Turchetta assieme a Laura Piazza, che leggerà alcuni testi. accompagnati dai movimenti scenici e dalle sonorizzazioni de I Fantasmi.

testa_2017_d

Appuntamento a Palazzo Altan-Venanzio alle ore 21.00.

«Telepatia», di Gian Mario Villalta

telepatiaTelepatia (LietoColle, collana “Gialla oro”), la nuova raccolta di poesie di Gian Mario Villalta, presenta un ragionato disincanto reso in una scrittura lontana da effette speciali ma al contrario posata, sicura, forte della propria pregnanza espressiva e di una solida fiducia nei propri mezzi. Diciannove sono i poemetti inseriti nel libro, tutti improntati a una riflessione sulla condizione dell’uomo del nostro tempo e pervasi da un dolore che si finge di non riconoscere, un dolore in realtà ben noto su cui il poeta, paradossalmente, sente di poter contare.
C’è molto altro in questa raccolta. Un legame indissolubile, per esempio, sul mai dimenticato amico e maestro Andrea Zanzotto. E ancora le poesie sui figli, che il poeta ritiene imperdonabili ma che in realtà rafforzano, e non poco, quella che è la sua visione sulla vita e sul mondo.

Appuntamento a Palazzo Altan-Venanzio, a Portogruaro, mercoledì 28 giugno alle ore 21.00. Presenta Francesco Tomada. – NB: A causa del maltempo la serata si svolgerà all’interno del palazzo e non in giardino, come indicato in precedenza.


Post eventum: le foto di Roberto Ferrari.