Gorizia ON/OFF

Gorizia non è il titolo, non è l’argomento, è il testo stesso. ON/OFF – acceso/spento – luce/buio – solitudine/compagia – parole/silenzi – rettilineo/curva… poi un lungo respiro, un soffio d’aria continuo che insieme a Giovanni Fierro spira tra le strade della città, tra le case, tra i bar e le persone; dagli ospedali alle case di cura, fino a dentro le macchine.

Sono parole di Gianni Montieri, dalla prefazione della nuova raccolta poetica Gorizia ON/OFF di Giovanni Fierro (QUDU libri 2018). Sarà lo stesso Montieri a presentare il libro venerdì 13 luglio alle ore 21.00 presso la Chiesa di Santa Cristina a Gorgo di Fossalta di Portogruaro. Un viaggio nel testo che diventa luogo e anima, attraverso la voce nota e sempre nuova di Fierro, accompagnati dalle note dei sax di Graziano Codermaz.

9788899007300_0_0_0_75

A seguire, la seconda parte della proiezione di cortometraggi dalla sezione videoarte dell’Asolo Art Film Festival.

Libri di versi 8 e reading sull’acqua

Locandina libri di versi 8
Sabato 9 luglio ritorna Libri di versi, la nota mostra di libri d’artista curata da Sandro Pellarin e Silvia Lepore che giunge quest’anno all’ottava edizione. Quest’anno le coppie (o triplette) di artisti che hanno collaborato alla creazione di un “libro oggetto” sono:

+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+

La mostra sarà inaugurata alle ore 18.00 presso il Museo Nazionale Archeologico Concordiese di Portogruaro, con la presentazione di Paola Bristot. L’invito all’evento, che consente di accedere al Museo senza dover pagare il biglietto, è scaricabile qui. 

La serata proseguirà alle ore 21.00 presso la Piazzetta della pescheria con il suggestiv o reading sull’acqua dei poeti presenti, alla luce dei lampioni, da una barca sul Lemene. Ad accompagnare la lettura, le melodie di Sandro Carta.

La mostra rimarrà poi visitabile fino al 28 agosto, tutti i giorni, dalle 9.00 alle 19.00, al prezzo di 5 €. È anche possibile concordare una visita guidata con i curatori, chiamando il 340 6144702 (Sandro) o il 349 3808384 (Silvia).


Post eventum: le foto