Ritornano i Libri di versi… edizione infinito

AVVISO: A causa del maltempo, la lettura dei poeti di Libri di versi 11 nella sala delle colonne dell’istituto Marconi a Portogruaro (non in Piazzetta Pescheria, come precedentemente indicato).


I Libri di versi sono libri fuori dall’ordinario, nati dalla collaborazione e dal confronto di artisti visivi e poeti. Giunta alla sua undicesima edizione l’esposizione, curata da Sandro Pellarin con la collaborazione di Silvia Braida, si aprirà al pubblico sabato 13 luglio alle ore 18.00 nelle sale del Museo Archeologico Nazionale Concordiese di Portogruaro. Qui, introdotti dalla presentazione critica di Chiara Tavella, 21 tra libri d’artista e libri oggetto troveranno una suggestiva collocazione tra i reperti, in un singolare dialogo tra poesia, arte contemporanea e arte antica. A seguire, alle ore 21.00, l’ormai tradizionale reading dei poeti di libri di versi sulle acque del fiume Lemene che scorrono nel cuore della cittadina del Veneto orientale, con l’accompagnamento musicale di Clarissa Durizzotto.

La sfida cui le coppie di artisti e poeti sono state chiamate è quella di una reinvenzione dell’oggetto libro che può anche ricorrere a materiali e assumere forme inaspettate, per creare dei pezzi unici che il pubblico sarà chiamato a leggere, “sfogliare”, manipolare. Il libro non inteso quindi come semplice supporto della poesia ma come opera/oggetto che nasce da un rapporto di confronto e dialogo con il verso poetico in cui la forma si fa parola e la parola a sua volta diviene forma, colore, segno, in un continuo scambio di senso.

Ecco le ventun coppie di quest’anno:

+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+

L’esposizione sarà visitabile fino al 24 agosto tutti i giorni dalle ore 8.30 alle 19.30. Sarà possibile concordare delle visite guidate con i curatori dell’esposizione, telefonando al  numero 340 6144702.

LD11logo

Ultimo appuntamento: Libri di versi 10

Giunge alla decima edizione l’ormai celeberrima mostra di libri-oggetto Libri di versi, a cura di Silvia Lepore Sandro Pellarin, con cui si chiuderà l’edizione di Notturni di quest’anno. 22 artisti e 22 poeti a confronto, altrettante opere originali nate dalla fusione tra elemento verbale e visuale, esposte come di consueto nella cornice del Museo Archeologico Nazionale Concordiese di Portogruaro. Questi gli ospiti di quest’anno, presentati da Paola Bristot:

+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+

La mostra sarà inaugurata sabato 14 luglio alle ore 18.00 e rimarrà visitabile fino al lunedì 27 agosto negli orari di apertura del Museo (9.00–19.00; biglietto di ingresso: 6 euro). 

Locandina libri di versi 8

Dopo l’inaugurazione, alle 21.00 ci sposteremo in Piazzetta Pescheria per il suggestivo reading sull’acqua dei poeti presenti, accompagnati dalle note di Massimo De Mattia. Notturni diversi #14 vi saluterà e vi darà appuntamento inniò: in nessundove, in ogni dove. Grazie a tutti.

Pierluigi Cappello: Inniò

Pierluigi Cappello era un uomo bellissimo. Forse non è questa la prima cosa che si dovrebbe dire di lui, ma lo era. Sosteneva che il poeta è un vasaio, l’ultimo artigiano rimasto. Riempiva di pensieri e spunti le sue agendine nere, i post-it che incollava dappertutto, e non aveva fretta. Cesellò appena trenta poesie negli ultimi 6 anni strappati a una sofferenza fisica indicibile, dopo che la legge Bacchelli era finalmente riuscita a levarlo dalla baracca.

cappello

Nella serata di venerdì 6 luglio ripercorreremo il tragitto in “nessundove” del poeta di Gemona attraverso l’omaggio degli amici di una vita: Ivan CricoVincenzo Della Mea, Gian Mario Villalta, introdotti da Francesco Tomada. Letture a cura di Andrea Zuccolo. Appuntamento presso il giardino di Palazzo Altan-Venanzio a Portogruaro, alle ore 21.00.

Voi ch’ascoltate

Sabato 30 giugno Notturni diversi sarà ospite dell’Associazione Potok Oblizza di Stregna (Udine), nelle valli del Natisone-Benecjia, per una nuova edizione di Voi ch’ascoltate, la consueta lettura collettiva in puro spirito benandante, a cui quest’anno parteciperanno Maurizio Benedetti, Guido CupaniRoberto FerrariGianluca GobbatoPiero Simon Ostan Francesco Tomada.

11825971_1472610269700903_2287423893621324807_n

Martin O’Loughlin Sandro Carta accompagneranno le letture al didgeridoo e alla tromba. Appuntamento dalle 21.00 in poi, ospiti della notte e della natura.

Notturni diversi #14: si comincia con Teglio Poesia

La XIV edizione di Notturni diversi, intitolata all’INNIÒ, il nessun-dove di Pierluigi Cappello, si apre sabato 23 giugno alle ore 21.00 presso il giardino di Ca’ Borghesaleo di Teglio Veneto, per la cerimonia di premiazione del Premio Nazionale Teglio Poesia.

tegliopoesia

Il concorso, a cadenza biennale e giunto alla sua XVII edizione, si è come di consueto articolato in due sezioni, una dedicata agli adulti (Poesie in lingua italiana, nelle lingue delle minoranze etnolinguistiche italiane e nelle parlate locali), una agli studenti delle scuole primarie e secondarie (Barba Zep). Ascoltiamo dalle parole di Alessandro Zanon, consigliere comunale di Teglio Veneto, una presentazione della serata di premiazione (a cui interverranno i poeti premiati e gli esponenti della giuria presieduta da Fabio Franzin) ai microfoni di Media 24:

La serata sarà presentata da Daniele Chiarotto e vedrà l’accompagnamento musicale del Longo/Abrams Duo, composto dal contrabbassista jazz Marc Abrams e dalla cantante Luisa Longo.

Accanto al sole + Lo sguardo segreto del cieco

benedettiDoppio appuntamento martedì 11 luglio alle ore 21.00 presso lo spazio Plus + a Summaga di Portogruaro: Francesco Tomada presenterà Accanto al sole, l’ultimo libro di Maurizio Benedetti edito da Kappa Vu di Udine, e converserà con lui sulla sua poesia. Benedetti ha pubblicato nel 2006 la raccolta breve Lontano da chi ascolta per Sottomondo di Gorizia e, sempre per il medesimo editore, So distruggere il mio dio nel 2008. Nel 2010 ha pubblicato per Kappa Vu di Udine la raccolta Bionda salamandra e altre poesie.

A seguire, alle ore 21.30, l’Associazione Teatroviaggiante porterà in scena Lo sguardo segreto del cieco, un piccolo apologo morale tratto da un racconto di Wells, per la regia di Erio Gobbetto. Un moderno antropologo precipita con il suo aereo nei pressi di una sperduta comunità montana, rimasta isolata per secoli dal resto del mondo. Scoprirà che i suoi abitanti hanno perso l’uso della vista a causa di un’epidemia, e che in questo contesto è lui ad essere “diverso”. Attori: Fabrizio Amadio, Diego Biason, Catia Cappello, Fabio Falcier, Massimo Gaetani, Gianfranco Marzinotto, Maurizio Ramon, Lucio Ros, Linda Salvel, Cristina Soncin, Lorena Stefani, Noemi Veluscek. Accompagnatrici: Rosanna LuconAntonella Nicole Memmitto. Coordinatori gruppi: Alessandro Bristot, Sergio Nespolo. Tecnici audio e luci: Gianantonio Baio, Enrico Zonta.

sguardo

Libri di versi 9: apre la mostra di libri oggetto

Giunge alla sua nona edizione Libri di versi, l’ormai consueta esposizione di libri oggetto e libri d’artista che quest’anno vede confrontarsi 19 artisti visivi con altrettanti poeti, elencati di seguito:

+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+

Per la quinta volta, le opere prodotte dalla fusione di parole e materiali saranno ospitate nella suggestiva cornice del Museo Nazionale Archeologico Concordiese di Portogruaro. La mostra è curata da Silvia Lepore Sandro Pellarin e sarà inaugurata sabato 8 luglio alle ore 18.00 dall’introduzione critica di Lara Bortolusso.

libri

A seguire, in Piazzetta Pescheria, sarà offerto un buffet a cura del Porto dei Benandanti. In serata, dalle ore 21.00, i poeti presenti saranno coinvolti nella tradizionale lettura dalla barca sulle acque del Lemene, alla luce dei lampioni. L’evento sarà accompagnato dalle percussioni di Stefano Andreutti.

lemeneLibri di versi 9 è realizzato in collaborazione con il Museo Nazionale Archeologico Concordiese. La mostra rimarrà aperta fino al 28 luglio, tutti giorni dalle ore 9.00 alle 19.00. L’ingresso al museo costa 5 euro.


Post eventum: le foto di Paola Bristot e Sandro Pellarin.

«Lettere dal mondo offeso» + Giancarlo Lombardi

lettereSabato 1° luglio alle ore 21.00, presso la Chiesa di Santa Cristina, la poesia è di nuovo protagonista per una serata particolare. Christian Tito parlerà delle sue «Lettere dal mondo offeso», uno scambio di email intrecciato con Luigi Di Ruscio prima della sua scomparsa e diventato ora un libro. Di Ruscio, poeta autodidatta che meritò le lodi di Fortini («Le sue poesie di miseria e fame, di avvilimento e di rivolta nascono da un’esperienza diretta e ne sono la trascrizione») e di Quasimodo («Di Ruscio è un uomo d’avanguardia nel senso positivo, cioè della fede nell’attualità e per la violenza del discorso»), mette sulla carta le emozioni e i dubbi del maestro che non si considera tale nei confronti dell’allievo, in un dialogo di intensa partecipazione umana. Il libro sarà presentato da Francesco Tomada.

A seguire, alle ore 21.30, performance musicale di Giancarlo Lombardi, cantautore goriziano influenzato dai classici della chanson francese, ma anche dalla tradizione italiana.

lombardi


Post eventum: le foto di Cristiano Pinzan e Roberto Ferrari.

Bonus: un video di Giancarlo Lombardi!