Al via Notturni diversi XI! “Cossa vustu che te diga”, di Giacomo Sandron

cossa_vustu

Venerdì 3 luglio alle ore 19.00 inizia l’undicesima edizione di Notturni diversi. Il festival si aprirà con la presentazione di Cossa vustu che te diga, la raccolta poetica di Giacomo Sandron uscita recentemente per i tipi di Samuele Editore. A presentare il poeta portogruarese, ora residente a Torino, sarà Fabio Franzin, autore della prefazione al volume. Appuntamento presso il Centro culturale di Palazzo Altan-Venanzio.


I busi se scava co’ a forsa che pensa e man
come se stonfa se suga ‘sta tera ga ‘na sé
longa tuti i ani del mondo:
Xe tanto che no magno verdura
no xe pì ninte ta lorto
i pomidori xe che i se seca
i gati i fa le buse e i ghe pissa drento
ta la cuiera tersa contando da sinistra
i quatro sucheti mati in fondo i cresse
sol che par farse de novo semensa.

[I buchi si scavano con la forza che pensa le mani
come s’inzuppa si asciuga questa terra ha una sete
lunga tutti gli anni del mondo:
È da tanto che non mangio verdura
non c’è più niente nell’orto
i pomodori si stanno seccando…
i gatti fanno le buche e ci pisciano dentro
sulla terza aiuola contando da sinistra
i quattro zucchini matti in fondo crescono
solo per diventare di nuovo semenza.]

Segui l’evento su Facebook ›››

•••

Post eventum: le foto di Massimo Mucci (clicca per ingrandire).