Paolo Pascolo

Paolo_Pascolo-02Flautista e sassofonista attivo dal 2003 nel campo della musica improvvisata ed elettroacustica, ha collaborato con musicisti come Giancarlo Schiaffini, Giovanni Maier, John Paul Jones, Takehisha Kosugi, Kawabata Makoto, Hartmut Geerken, Saadet Turkoz, Piero Bittolo Bon, Enrico Sartori, Stefano Giust, Maurizio Abate, David Vanzan, Virginia Genta, Bruno Romani e gruppi come Improvvirus Sound Experience, Warrior charge Sounsystem, Asabikeshiinh e Ronin (per la colonna Sonora del film di Alina Marrazzi Vogliamo anche le rose del 2008). Suona nel colletivo d’improvvisazione “Orchestra Senza Confini” diretto da Evan Parker nel 2011, da Zlatko Kaucic, Giovanni Maier e Johannes Bauer nel 2012 e da Ab Baars nel 2013. Ha pubblicazioni per Palomar records, Dobialabel, Qbico, Troglosound, Setola di Maiale e Ghost records. Ha suonato in festivals e concerti in Europa e Stati Uniti con Devil?Man (Palomar records), Res_et e hBar (Dobialabel), Phophonix Orchestra, Neokarma Jooklo (Troglosound, Qbico), Dob Orchestra (Palomar), Aghe Clope (Setola di Maiale). Ha all’attivo collaborazioni nel campo del teatro e della danza tra cui Mattatoioscenico (per lo spettacolo CPT 70% D’Acqua, selezionato per la finale del Premio Scenario 2007), Tristan Honsinger (Abbastanza: assenza e presenza del 2008), Paolo Fagiolo (Through Hate and Anger del 2009), e con la compagnia di danza contemporanea Merce Cunningham Dance Company (Nearly Ninety del 2010). Nel 2013 con i Res_Et realizza musica per il regista Cristian Natoli per Allahmatar, docufilm finalista al Premio Celeste 2013. È il direttore artistico del centro culturale Dobialab e del progetto di sambio interculturale Live – Musiche di Sconfine.

Eventi 2014
Venerdì 18 luglio ore 21.00: Reading sull’acqua