Mariano Bulligan

Mariano Bulligan - foto Luigina TusiniIl suo percorso è a cavallo tra la musica accademica e la sperimentazione. Suona il violoncello, canta e realizza composizioni elettroniche nel progetto Agrapha Dogmata (Alessandro Seravalle, Ermes Ghirardini, Laura della Longa, Luigina Tusini), progetto di fusione tra musica d’improvvisazione, danza contemporanea e visual art. Collabora col trio norvegese di jazz sperimentale Parallax (Are Lothe Kobeinsen, Ulrik Ibsen Thorsrud, Stian Omenas) suonando con loro in Italia, Norvegia e Slovenia anche assieme agli ELEM (Marco Messina, Emanuele Erante, Fabrizio Elvetico e Loredana Antonelli), con Lydrommet (Norvegia) i collettivi di improvvisazione DOB Orchestra e Brez Meja/Senza Confini con cui si è esibito con Evan Parker, Giovanni Maier, Saadet Turkoz, Giancarlo Schiaffini, Zlatko Kaučič, Johannes Bauer e altri in festival in italia e Slovenia.
Suona ne I 100 violoncelli di Giovanni Sollima, con ORKA (Jens L. Thompsen – Isole Faroer), Armando Battiston, Benjamin Broening (USA), Artur Majewski (Polonia), Parallax/Anders Tveit/Ida Helen Heidel (Norvegia). E’ stato Composer in residence al Notam Center di Oslo dove ha sviluppato il suo progetto nOdes.
Suona nell’Extatico Duo assieme al virtuoso chitarrista cinese Hu Bin con cui spazia tra il repertorio contemporaneo, classico e barocco anche incidendo un arrangiamento originale dell’Ouverture de I Masnadieri di Giuseppe Verdi per il CD “è… dedicato a Verdi” del Conservatorio di Frosinone. Con questo e altri ensembles suona al Solitär e alla Wiener Saal del Mozarteum, Estonian Chamber Music Hall, Le Murate – Firenze, Aula Magna del Conservatorio di Trieste e altre.
Si è esibito in festival musicali e sale da concerto in Italia, Estonia, Slovenia, Austria, Norvegia, Ungheria, Croazia, Canada e Cina, è stato collaboratore di Musica da Camera al Mozarteum di Salisburgo e al Sandor Vegh Institute for Chamber Music (Mozarteum).
Compone, incide e suona per il teatro e la danza (CSS-Teatro Stabile di Innovazione del FVG, Compagnia Arearea, Rita Maffei, Guido Feruglio, Massimo Somaglino, Nioletta Oscuro, Federica Sansevero, il matematico Furio Honsell e altri) e per diversi artisti (tra cui Garden Wall, Dejà, Rocco Burtone, Il Cane, Nova Lisi), per la colonna sonora del Corto d’animazione estone The Dress/Kleit di Malle Maltis (NUKU Film Productions- vincitore di numerosi premi nei maggiori festival europei d’animazione), per il poeta Gianmario Villalta, Sebastiano Adernò, Maurizio Benedetti e altri.
Sue composizioni sono state eseguite o trasmesse in Italia e all’estero e sono state in rotazione per un anno su Taukay Web Radio, la prima web-radio italiana dedicata alla musica contemporanea.
Parti della sua composizione Gods’ Atlas sono stati usati dal sound artist norvegiese Per Platou per le musiche di Stalker (Verk Productions), piece di teatro contemporaneo vincitrice del Norwegian Hedda Prize 2013 in festival e stagioni teatrali in tutta Europa.
Con la SFK Euro Symphony di Klagenfurt e la Wien Klang Sinfonietta (2° Violoncello) ha suonato in diverse tournè in Cina anche allo Shanghai Oriental Art Center Concert Hall e Pechino – Sala del Parlamento della Repubblica Popolare Cinese). Tra i vari passaggi radio-televisivi si citano, con in 100 violoncelli di Giovanni Sollima: Rai 5 – dal Teatro Regio di Torino, Rai 3 – Concerto del 1° Maggio 2013 di Roma.  Radio 3 Suite con la Minimalna Topolovska Orchestra al teatro Dal Verme e Fahrenheit con Brown & The Leaves, Rai 1 Friuli-Venezia Giulia Musica è Musica con Extatico Duo e Rai 1 Friuli-Venezia Giulia Il Suono di Pan.
E’ Laureato con successo in violoncello al Conservatorio “Jacopo Tomadini” di Udine sotto la guida di Giuliano Vio e Carlo Teodoro.
Nel 2007 studia alla Estonian Music and Theatre Academy con Peeter Paemurru (violoncello), Anto Pett (improvvisazione contemporanea) e Anne-Liis Poll (improvvisazione vocale).
Partecipa a masterclass di Michael Flaksman, Enrico Bronzi, Matthias De Oliveira Pinto, Jelena Ocic, Walter Vestidello, Teodora Campagnaro, a workshop di improvvisazione con Evan Parker, Mark Ribot, Albert Hera, Luisa Cottifogli, di canto difonico con Frederich Glorian, di Gospel con il Newyorkese Bob Singleton (con cui si esibisce anche come solista in due concerti), Damien Sneed. Nel 2001 e 2003 vince la borsa di studio Gospel in Castelbrando e studia con Star della Black Music come Terron Brooks, Cheryl Porter, Rose Harper, Mary Burns.
E’ docente di violoncello e musica da camera presso la Glasbena Matica di San Pietro al Natisone e alla scuola di musica FaDiesis di Pordenone.

Foto di Luigina Tusini.

Eventi 2015
Sabato 11 luglio ore 21.00: reading sull’acqua