Laura Di Corcia

Laura Di Corcia, nata a Mendrisio nel 1982, ha conseguito la laurea specialistica in Lettere Moderne, con una tesi sulla poesia italiana del Novecento, occupandosi di Giovanni Raboni, Guido Gozzano, Umberto Saba, Giorgio Caproni e Patrizia Valduga. Terminati gli studi nel 2007, ha iniziato a frequentare il mondo del giornalismo. Dopo un paio di esperienze all’estero (a Berlino e a Los Angeles) è ritornata nella Svizzera italiana dove collabora con diverse testate, occupandosi soprattutto di teatro, cultura e servizi di approfondimento. Oltre ad aver partecipato a diversi Festival, tra i quali Europa in versi e Topolò, ha curato la biografia di Giancarlo Majorino, uscita per la casa editrice “La vita felice”.
Di recente ha pubblicato il suo primo libro in versi, Epica dello spreco, presso la casa editrice Dot.com Press. Il libro è stato presentato alla Libreria Tadino di Milano da Biagio Cepollaro e Tommaso Di Dio e alla Galleria Mosaico di Chiasso da Massimo Daviddi. Lo hanno recensito Gilberto Isella (articolo apparso sul Giornale del Popolo, inserto culturale), Stefano Guglielmin sul blog Blanque de ta nuque e Biagio Cepollaro con una video-recensione sul blog poesiadafare. Sono previste nuove recensioni sul quotidiano La Regione (a firma di Massimo Daviddi), sul Manifesto (a firma di Ida Travi), sulla rivista Cenobio (a firma di Prisca Agustoni) e sul blog Poetarum Silva (a firma di Francesco Filia). Apparirà un testo anche per la rivista on line di Alfabeta 2, in una rubrica intitolata “Una poesia”, curata da Ivan Schiavone con la supervisione di Nanni Balestrini e dedicata ai nuovi giovani poeti in lingua italiana.
I suoi testi appaiono anche nelle antologie Più non sai dove il lago finisca (la stampa) e Fil rouge (Cfr). Come critica letteraria pubblica sull’immaginazione, la rivista letteraria della casa editrice Manni, su blog quali Poetarum Silva e Carteggi letterari, sul Corriere del Ticino e sulla Provincia di Como.

Eventi 2016
Sabato 18 giugno ore 21:00: Blanc de ta nuque vol. 2