Serata finale di Notturni di versi

rotolacampo

La quindicesima edizione di Notturni di versi si chiude, nell’incantevole scenario della Chiesetta di Santa Cristina a Gorgo di Fossalta di Portogruaro, con due eventi.

Si inizia alle ore 21 con la replica della performance teatrale del gruppo Rotolacampo che, sotto la guida di Max Bazzana, ha affrontato il tema dell’infinito sviluppando un susseguirsi di quadri che parlano direttamente alle emozioni del pubblico.

targhetta

Concluderà la serata, ed il festival, Il reading sonoro di Francesco Targhetta, accompagnato da Freddie Murphy e Chiara Lee. Le musiche del duo piemontese apriranno nuove dimensioni di rabbia e spaesamento alla lettura di Perciò veniamo bene nelle fotografie. Romanzo di esordio di Francesco Targhetta, riedito nel 2019 da Mondadori in una nuova edizione. Si tratta di un esperimento unico a cui va stretta ogni etichetta, e che riesce nell’impresa, tanto classica da risultare modernissima, di fondere la lingua poetica con una narrazione solida e coesa.

Francesco Traghetta con Le vite potenziali (Mondadori, 2018), suo esordio in prosa, ha vinto il premio Berto ed è stato finalista al Campiello.

POPS 8

pops

Lo slam poetry torna venerdì 19 luglio alle 21.00 in piazzetta della pescheria a Portogruaro per l’ottava edizione del Po.P.S., il Portogruaro Poetry Slam. Un’avvincente gara all’ultimo verso tra poeti in cui sarà proprio il pubblico di Notturni di versi, con il proprio voto, a decretare il vincitore. Tre minuti a testa, solo voce e corpo, testi propri: queste le tre regole del Poetry Slam. A sfidarsi alcuni dei migliori slammers italiani: Viola Margaglio, Giulia Marchese, Giuliano Carlo De Santis, Gabriele Ratano e Ciccio Rigoli. Arbitro indiscusso degli scontri poetici Alessandro Burbank.

Ritornano i Libri di versi… edizione infinito

AVVISO: A causa del maltempo, la lettura dei poeti di Libri di versi 11 nella sala delle colonne dell’istituto Marconi a Portogruaro (non in Piazzetta Pescheria, come precedentemente indicato).


I Libri di versi sono libri fuori dall’ordinario, nati dalla collaborazione e dal confronto di artisti visivi e poeti. Giunta alla sua undicesima edizione l’esposizione, curata da Sandro Pellarin con la collaborazione di Silvia Braida, si aprirà al pubblico sabato 13 luglio alle ore 18.00 nelle sale del Museo Archeologico Nazionale Concordiese di Portogruaro. Qui, introdotti dalla presentazione critica di Chiara Tavella, 21 tra libri d’artista e libri oggetto troveranno una suggestiva collocazione tra i reperti, in un singolare dialogo tra poesia, arte contemporanea e arte antica. A seguire, alle ore 21.00, l’ormai tradizionale reading dei poeti di libri di versi sulle acque del fiume Lemene che scorrono nel cuore della cittadina del Veneto orientale, con l’accompagnamento musicale di Clarissa Durizzotto.

La sfida cui le coppie di artisti e poeti sono state chiamate è quella di una reinvenzione dell’oggetto libro che può anche ricorrere a materiali e assumere forme inaspettate, per creare dei pezzi unici che il pubblico sarà chiamato a leggere, “sfogliare”, manipolare. Il libro non inteso quindi come semplice supporto della poesia ma come opera/oggetto che nasce da un rapporto di confronto e dialogo con il verso poetico in cui la forma si fa parola e la parola a sua volta diviene forma, colore, segno, in un continuo scambio di senso.

Ecco le ventun coppie di quest’anno:

+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+

L’esposizione sarà visitabile fino al 24 agosto tutti i giorni dalle ore 8.30 alle 19.30. Sarà possibile concordare delle visite guidate con i curatori dell’esposizione, telefonando al  numero 340 6144702.

LD11logo