Ritornano i Libri di versi… edizione infinito

AVVISO: A causa del maltempo, la lettura dei poeti di Libri di versi 11 nella sala delle colonne dell’istituto Marconi a Portogruaro (non in Piazzetta Pescheria, come precedentemente indicato).


I Libri di versi sono libri fuori dall’ordinario, nati dalla collaborazione e dal confronto di artisti visivi e poeti. Giunta alla sua undicesima edizione l’esposizione, curata da Sandro Pellarin con la collaborazione di Silvia Braida, si aprirà al pubblico sabato 13 luglio alle ore 18.00 nelle sale del Museo Archeologico Nazionale Concordiese di Portogruaro. Qui, introdotti dalla presentazione critica di Chiara Tavella, 21 tra libri d’artista e libri oggetto troveranno una suggestiva collocazione tra i reperti, in un singolare dialogo tra poesia, arte contemporanea e arte antica. A seguire, alle ore 21.00, l’ormai tradizionale reading dei poeti di libri di versi sulle acque del fiume Lemene che scorrono nel cuore della cittadina del Veneto orientale, con l’accompagnamento musicale di Clarissa Durizzotto.

La sfida cui le coppie di artisti e poeti sono state chiamate è quella di una reinvenzione dell’oggetto libro che può anche ricorrere a materiali e assumere forme inaspettate, per creare dei pezzi unici che il pubblico sarà chiamato a leggere, “sfogliare”, manipolare. Il libro non inteso quindi come semplice supporto della poesia ma come opera/oggetto che nasce da un rapporto di confronto e dialogo con il verso poetico in cui la forma si fa parola e la parola a sua volta diviene forma, colore, segno, in un continuo scambio di senso.

Ecco le ventun coppie di quest’anno:

+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+

L’esposizione sarà visitabile fino al 24 agosto tutti i giorni dalle ore 8.30 alle 19.30. Sarà possibile concordare delle visite guidate con i curatori dell’esposizione, telefonando al  numero 340 6144702.

LD11logo

Binomi

Un binomio è una somma di termini distinti che formano un tutto unico; non sempre è evidente, ma a volte i due termini contengono fattori comuni che è possibile riconoscere e isolare. Fuor di metafora, i binomi sono incontri di voci poetiche originali e indipendenti, che spesso tuttavia attingono allo stesso sostrato culturale e rivelano nel confronto corrispondenze inattese.

La scelta di Notturni di versi di quest’anno è caduta su Cristina Micelli, affermata poetessa friulana (l’ultimo suo lavoro è A chi scorre del 2017) e Luca Ariano, altrettanto noto autore parmense (Contratto a termine, 2018), editi entrambi da qudulibri di Bologna. Che cosa scaturirà da questo abbinamento? Lo scopriremo venerdì 12 luglio alle ore 21.00, presso il Cortino del Castello di Fratta a Fossalta di Portogruaro. L’incontro è presentato da Giovanni Fierro, che è anche il curatore della collana Fare Voci di qudulibri.

157 copia

La lettura-discussione sarà accompagnata da una performance di action painting di Arianna Ellero e dalle note del violino di Giada So Hyun Fiorin. Serata di contrasti e accordi, come vuole il più sincero spirito benandante. Vi aspettiamo!

Astronomia+psicologia+poesia

L’infinito è un tema trasversale a tutti gli ambiti dell’esperienza umana. Le definizioni sono diverse, inevitabilmente, e spesso incerte (difficile delimitare ciò che per natura eccede ogni limite), ma in ogni campo offrono alla mente i giusti appigli per innalzarsi al di là di sé stessa. Come anela a fare lo stesso Leopardi nel celeberrimo idillio.

Infinito

Ne parleremo sabato 6 luglio con il poeta Giovanni Tuzet, lo psichiatra Flavio Zadro e l’astrofisico Guido Cupani. Tre diversi punti di vista, per aiutarci a convergere – o meglio a divergere: oltre i limiti angusti del discorso quotidiano.
A fare da contrappunto alla conversazione, moderata da Renzo Cevro-Vukovic, la lettura di testi leopardiani a cura di Luigino Mior nell’accompagnamento pianistico di Max Bazzana. Seguirà la proiezione di due video di Leonardo Carrano, in collaborazione con l’associazione Vivacomix di Pordenone: L’infinito Màcula.

Appuntamento presso il chiostro dell’Istituto Marconi alle ore 21.00.


Post eventum: Le foto di Elisa Magarotto.

Infinita visione, infinito ascolto

Doppio appuntamento venerdì 5 luglio presso la chiesa di Santa Cristina a Gorgo di Fossalta di Portogruaro. Una serata davvero… illimitata, che comincerà alle ore 21.00 con la performance teatrale «Infinito» di Rotolacampo, per la regia di Max Bazzana, e proseguirà alle 21.30 con la lettura collettiva Voi ch’ascoltate.

Rotolacampo è un gruppo estemporaneo di attori che si sposta nei sentieri teatrali con la leggerezza dei soffioni trasportati dal tempo. La pièce inedita che presenteranno darà voce e corpo al tema dell’infinito leopardiano, nella suggestiva cornice della chiesetta immersa fra i campi.

Voi ch’ascoltate, di contro, si richiama al celebre incipit di Petrarca per proporre un incontro privo di mediazioni con la poesia, nella viva voce dei suoi autori. Quattro i poeti ospiti: Matteo Cimenti da Udine, Luisella Pacco da Trieste, Silvia Secco Claudia Zironi da Bologna: ciascuno con la sua proposta e la sua ricerca, con il desiderio di scoprirsi e di confrontarsi.

luna_marzo

Visita guidata serale a Libri di versi 10

La mostra di libri-oggetto Libri di versi 10, inaugurata sabato scorso, sarà visitabile la venerdì 10 luglio dalle ore 20 alle ore 22 presso il Museo Nazionale Archeologico Concordiese. 

Per l’occasione, i curatori Silvia Lepore Sandro Pellarin guideranno i visitatori alla scoperta delle 22 opere realizzate da altrettanti artisti sui testi di altrettanti poeti. Il biglietto di ingresso al Museo per l’apertura serale sarà di 4 euro.
image

Ultimo appuntamento: Libri di versi 10

Giunge alla decima edizione l’ormai celeberrima mostra di libri-oggetto Libri di versi, a cura di Silvia Lepore Sandro Pellarin, con cui si chiuderà l’edizione di Notturni di quest’anno. 22 artisti e 22 poeti a confronto, altrettante opere originali nate dalla fusione tra elemento verbale e visuale, esposte come di consueto nella cornice del Museo Archeologico Nazionale Concordiese di Portogruaro. Questi gli ospiti di quest’anno, presentati da Paola Bristot:

+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+
+

La mostra sarà inaugurata sabato 14 luglio alle ore 18.00 e rimarrà visitabile fino al lunedì 27 agosto negli orari di apertura del Museo (9.00–19.00; biglietto di ingresso: 6 euro). 

Locandina libri di versi 8

Dopo l’inaugurazione, alle 21.00 ci sposteremo in Piazzetta Pescheria per il suggestivo reading sull’acqua dei poeti presenti, accompagnati dalle note di Massimo De Mattia. Notturni diversi #14 vi saluterà e vi darà appuntamento inniò: in nessundove, in ogni dove. Grazie a tutti.

Gorizia ON/OFF

Gorizia non è il titolo, non è l’argomento, è il testo stesso. ON/OFF – acceso/spento – luce/buio – solitudine/compagia – parole/silenzi – rettilineo/curva… poi un lungo respiro, un soffio d’aria continuo che insieme a Giovanni Fierro spira tra le strade della città, tra le case, tra i bar e le persone; dagli ospedali alle case di cura, fino a dentro le macchine.

Sono parole di Gianni Montieri, dalla prefazione della nuova raccolta poetica Gorizia ON/OFF di Giovanni Fierro (QUDU libri 2018). Sarà lo stesso Montieri a presentare il libro venerdì 13 luglio alle ore 21.00 presso la Chiesa di Santa Cristina a Gorgo di Fossalta di Portogruaro. Un viaggio nel testo che diventa luogo e anima, attraverso la voce nota e sempre nuova di Fierro, accompagnati dalle note dei sax di Graziano Codermaz.

9788899007300_0_0_0_75

A seguire, la seconda parte della proiezione di cortometraggi dalla sezione videoarte dell’Asolo Art Film Festival.

Notturni si fa in quattro…

…e tutto in una sera: martedì 10 luglio, a partire dalle ore 21.00.

Cominceremo con la performance teatrale Inniò, della compagnia Rotolacampo, per la regia di Max Bazzana. La voce sempre viva di Pierluigi Cappello messa in scena.

A seguire, alle 21.30, scopriremo Cappello attraverso l’occhio del cinema, con Parole povere, il film di Francesca Archibugi dedicato alla figura del poeta.

innio_1.cdr

Alle 22.30, invece, Andrea Gorgato presenterà Il fuoco dell’alba, raccolta poetica di Laura Gorgato con le immagini di Silvio Vicenzi. Tra alberi, circoli e labirinti.

E per concludere, dalle 23.00 alle 23.30, una proiezione di cortometraggi dalla sezione videoarte dell’Asolo Art Film Festival, ad accompagnarci sempre più nel cuore della notte, secondo un’antica tradizione del nostro festival.

Il tutto nella suggestiva cornice della Chiesa di Santa Cristina a Gorgo di Fossalta di Portogruaro. Un luogo dove il buio fiorisce spontaneamente in poesie ed immagini. Anche questo è inniò.