È iniziata la campagna di crowdfunding per Notturni di versi 2016 – UAGG!

È iniziata la campagna di crowdfunding per Notturni di versi 2016 – UAGG! La nuova edizione del festival è in fase di organizzazione e, come di consueto, tutti gli eventi avranno carattere gratuito. Tuttavia, vista la sempre più preoccupante carenza di finanziamenti e contributi destinati alle attività culturali, il Porto dei Benandanti si è deciso a fare appello al pubblico affezionato per un sostegno economico.

Partecipa anche tu al finanziamento del festival. Contribuire è facile: puoi farlo con carta di credito/prepagata o anche tramite bonifico, i contributi vanno da 10 a 100 euro e danno diritto ad alcuni magnifici riconoscimenti benandanti!

Scopri come fare su:
https://www.produzionidalbasso.com/project/notturni-di-versi-2016-uagg/
o segui il banner qui a destra ›››

Libri di versi continua, con una visita guidata

Domenica 2 agosto, in occasione dell’apertura gratuita del Museo Nazionale Archeologico Concordiesedi Portogruaro, i curatori di Libri di versi 7 saranno disponibili presso il museo dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 17 alle ore 19 per una visita guidata alla mostra.

Locandina libri di versi 7 mail

L’esposizione rimarrà comunque visitabile fino al 30 agosto tutti i giorni dalle ore 9.00 alle 19.00. È anche possibile concordare delle visite guidate contattando i curatori dell’esposizione.

Ultimo appuntamento, con «L’Italia a pezzi»

italia_a_pezzi

Il viaggio di Notturni diversi 2015 si conclude con un appuntamento d’eccezione, sabato 18 luglio alle ore 21.00, nella splendida cornice del Cortino del Castello di Fratta: la presentazione del volume L’Italia a pezzi. Antologia dei poeti in dialetto e in altre lingue minoritarie (1950–2013). Frutto di un lavoro di ricerca messo in moto dalla rivista Argo e prolungatosi per oltre un lustro, l’antologia curata da Christian Sinicco, Giuseppe Nava, Rossella Renzi, Manuel Cohen e Valerio Cuccaroni per i tipi di Gwynplaine edizioni mira a colmare un vuoto ultradecennale nello studio della poesia neodialettale e postdialettale, e si propone come un punto di partenza per una riflessione più generale sullo stato della poesia italiana nel ventunesimo secolo. Saranno presenti alcuni poeti che leggeranno brani tratti dal volume: Renzo Favaron (Veneto), Stefano Moratto (Friuli Venezia-Giulia), Giacomo Sandron (Veneto) e Annalisa Teodorani (Emilia Romagna), introdotti dalla curatrice Rossella Renzi. L’accompagnamento musicale sarà curato da TOMA trio. L’evento è organizzato in collaborazione con il Festival itinerante internazionale Acque di Acqua.

“El cuòr su l’aqua”: lungo il Lemene con PPP

cuor

Max Bazzana e la compagnia “Le lucciole” presenteranno venerdì 17 luglio El cuòr su l’aqua, lo spettacolo teatrale che trae spunto dall’omonima lirica di PPP (dalle Poesie a Casarsa) dedicata al fiume Lemene. Questo e altri frammenti pasoliniani saranno rielaborati in un percorso scenico che muovendo dai luoghi “meglio gioventù” conduce fino agli anni romani della maturità, l’ultima disperata “nuova gioventù”. Appuntamento in Piazzetta Pescheria a Portogruaro alle ore 21.00. – Segui l’evento su Facebook ›››

Portarsi avanti con gli addii + Hidden materia

tomada

E se domani io non ci fossi più
per un incidente o qualsiasi cosa che ora non immaginiamo
o perché la rabbia mi ha formato un coagulo nel cuore

dopo il tempo che ti serve tu comunque vai avanti
trova un altro uomo che sia un padre
se possibile migliore per i nostri figli

per favore non far recitare quelle messe
a cui tutti devono venire senza averne voglia
non tenere i miei ricordi in un cassetto
perché di buio allora ne avrò già abbastanza

e non dire a nessuno se mi pensi
piuttosto custodiscimi come una seconda adolescenza
qualcosa che ti porti sempre dentro
anche se non sei più tu

Portarsi avanti con gli addii (Raffaelli 2014) è l’ultima, intensissima raccolta di Francesco Tomada. Ne parleremo mercoledì 15 luglio alle ore 21.00 presso la chiesa di Santa Cristina a Gorgo di Fossalta di Portogruaro. Il dolore del distacco, la consapevolezza di abitare una terra di confine (sia fisicamente, sia spiritualmente), la fatica e l’impegno di essere figlio e padre, espressi in una voce che – per usare le parole di Fabio Franzin – anche quando «cant[a] nel buio più fitto» riesce ad essere «luminosa, capace di squarci di un azzurro così terso da abbagliare». L’autore dialogherà con Guido Cupani.

A seguire, Hidden Materia di Brane Zorman: un progetto sviluppato come una trilogia di spettacoli audio e video in tempo reale, dal talento di uno dei più interessanti sound artist sloveni contemporanei. – Segui l’evento su Facebook ›››

zorman